WTA Championship (56)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Lun Ott 03, 2011 1:47 am

Istanbul - Turkey

25 – 30 ottobre 2011


Name: TEB BNP Paribas WTA Championships
Tier: WTA Tour Championship
Surface: Hard/Indoors



Winner 2010 : Kim Clijsters



avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Lun Ott 03, 2011 3:36 am

Istanbul - Turkey














avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Gio Ott 06, 2011 1:20 am

Istanbul - Turkey







Li Na






avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Dom Ott 09, 2011 7:33 pm

Istanbul - Turkey





6 Vera Zvonareva





7 Samantha Stosur



(photos by Getty Images through WTA off site)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Mar Ott 11, 2011 8:23 am

Istanbul - Turkey





con la vittoria odierna al 1° turno del Torneo di Linz


Flavia Pennetta & Gisela Dulko qualificate


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Lun Ott 17, 2011 12:32 am

Istanbul - Turkey






quarta coppia qualificata



(photo by Getty Images through WTA off site)

Vania King & Yaroslava Shvedova
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Ven Ott 21, 2011 12:55 am

Istanbul - Turkey









Agnieszka Radwanska 8a qualificata



(photo by Getty Images through WTA off site)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Sab Ott 22, 2011 11:47 pm

Istanbul - Turkey





le magnifiche 16







(images by WTA off site)


Le otto singolariste sono suddivise in due gruppi:

Gruppo Rosso : Wozniacki, Kvitova, Zvonareva, Radwanska

Caroline Wozniacki (DEN), 3a partecipazione ai Championship
Titoli WTA 2011: 6 - Dubai, Indian Wells, Charleston, Brussels, Copenhagen, New Haven

Petra Kvitova (CZE), per la prima volta ai Championship
Titoli WTA 2011: 5 - Brisbane, Parigi Indoors, Madrid, Wimbledon, Linz

Vera Zvonareva (RUS), quarta partecipazione
Titoli WTA 2011: 2 - Doha, Baku

Agnieszka Radwanska (POL), per la prima volta ai Championship
Titoli WTA 2011: 3 - Carlsbad, Tokyo, Beijing


Gruppo bianco : Sharapova, Azarenka, Na Li, Stosur

Maria Sharapova (RUS), 5a partecipazione
Titoli WTA 2011: 2 - Roma, Cincinnati

Victoria Azarenka (BLR) 3a partecipazione
Titoli WTA 2011: 3 - Miami, Marbella, Luxembourg

Li Na (CHN), per la prima volta ai Championship
Titoli WTA 2011: 2 -: Sydney, French Open

Samantha Stosur (AUS) 2a partecipazione
Titoli WTA 2011: 1 - US Open



avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Lun Ott 24, 2011 9:03 am

Istanbul - Turkey




(photo by Getty Images through WTA official site)


Vigilia di WTA Championships




Quasi impossibile pronosticare una vincitrice per quello che quest'anno sembra essere uno dei master femminili di fine anno più equilibrati mai andati in scena. L'assenza di alcune top players, come le sorelle Williams e Kim Clijsters, impone una certa prudenza nello scegliere il nome di quelle che potrebbero essere le favorite.

Le vincitrici dei 4 slam:

- Kim Clijsters (Australian Open): un anno costellato di infortuni, al punto di non arrivare nemmeno a qualificarsi per le finali... decisamente la grande assente del torneo e per lei solo una menzione con la speranza di un pronto rientro nel 2012!

- Na Li (Roland Garros): tutto fuorchè in forma. Sembra davvero che il suo stato di grazia si sia concluso con la finale vinta di Parigi. Che sia già appagata?

- Petra Kvitova (Wimbledon): praticamente scomparsa dopo il trionfo di Londra, Petra sta dando forti segnali di ripresa. Ha vinto a mani basse il torneo di Linz e sappiamo bene che in campo non è una che conosca la paura. Ha preso a pallate Maria a Wimbledon... potrebbe farlo anche a Istanbul, e non solo con lei!

- Samantha Stosur (US Open): dopo anni e anni di grandissimi sforzi, una professionista incredibile trofa la sua soddisfazione più grande sul cemento di New York, salvo poi non dare seguito a questo straordinario risultato. Francamente non imbattbile...

Fra le restanti cinque partecipanti hanno avuto un'annata discontinua (seppur con discreti risultati) Vera Zvonareva e Agnieszka Radwanska, mine vaganti di questi Championships, ma probabilmente non sufficientemente attrezzate per conquistare il titolo.

Chi, invece, si presenta in gran fiducia è Victoria "Vika" Azarenka, fresca vincitrice, per altro senza una goccia di sudore, nel WTA del Lussemburgo. Durante l'anno Vika ha dimostrato a più riprese di saper giocare un tennis straordinario non riuscendo, però, un po' per demerito e un po' per sfortuna, a centrare l'acuto che l'avrebbe consacrata come una delle protagoniste assolute di questo 2011.
Restano da menzionare le due protagoniste mediatiche di questa annata.

Maria Sharapova. Lei, che vincendo il Master avrebbe la possibilità di tornare al numero uno del mondo, parte probabilmente mezzo passo più avanti delle altre. Non fosse altro per l'esperienza ai massimi livelli a cui è abituata fin da molto giovane. 10 anni di professionismo per una ragazza del 1987 e una vittoria a Wimbledon quanto la sua carta d'identità recitava "17" fanno di lei l'atleta più esperta in campo, aspetto da non sottovalutare quando le avversarie sono, per lo più, new entry a questi livelli. Inoltre, l'accompagnatore Sasha Vujacic, star serba dei Nets, sembra darle quella tranquillità che a tratti abbiamo visto farle difetto in passato...

Caroline Wozniaki : il suo numero uno non è una garanzia di successo. Ma una cosa certa è che la danese si presenterà quantomeno agguerrita, forte di una stagione perennemente al vertice della classifica mondiale (seppur senza successi eclatanti) Che sia per lei il torneo della consacrazione?

Ora... lasciamo parlare il campo!

TWI (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Mar Ott 25, 2011 10:11 am

Istanbul - Turkey

Day 1


Gruppo rosso


P. Kvitova (Cze) d. V. Zvonareva (Rus) 62 – 64

Non poteva iniziare in modo migliore il Masters di Petra Kvitova, che eppure è una debuttante a livello di finali Wta. Senza tradire alcuna emozione, la ceca, ha infatti bagnato trionfalmente il suo debutto nel Masters i cui battenti si sono aperti quest'oggi. La campionessa di Wimbledon, nonché numero 3 del mondo, ha impartito un'autentica lezione ad una Zvonareva poco centrata, sfruttando l'estrema velocità della superficie: 6-2 6-4 sono i parziali che hanno regalato alla neo numero 3 la prima affermazione di questo Masters nell'ambito del gruppo rosso. E'stato un monologo quello della Kvitova al quale la Zvonareva non è riuscita a porre argine. Un successo con il quale la ceca è riuscita a riequilibrare il computo dei confronti diretti, che ora recita 3 vittorie per parte.
L'avvio di match è un interminabile susseguirsi di break e controbreak. Kvitova e Zvonareva, infatti, per i primi 5 giochi non fanno altro che strapparsi vicendevolmente il servizio, ben 5 volte in altrettanti game. A dimostrazione di quanto il servizio, a livello femminile, sia una discriminante negativa. E'la Kvitova la prima a porre fine alla sequela di break, mantenendo il suo primo turno di servizio e mettendo distanza tra sé e la Zvonareva, sul 4-2. La ceca detta i ritmi dello scambio, cercando di verticalizzare il gioco, sullo schema uno-due, e tenendo i piedi ben dentro il campo. In tal modo può martellare con grande intensità, tenendo saldamente in mano il pallino di gioco e costringendo la russa ad affannose rincorse laterali.
La Zvonareva, infatti, non riesce a sottrarsi alla pressione della Kvitova, non trovando alcuna contromisura, né variazioni di ritmo. Tanto che la campionessa di Wimbledon, confeziona un ulteriore break, che le permette poi di stabilire al servizio il 6-2 con il quale va in archivio un set d'apertura a senso unico.Il secondo parziale si apre così come si era concluso il primo, con la Kvitova che opera un nuovo break nel game d'apertura, utile ad estendere a 5 la striscia di game consecutivi. Nei giochi successivi, il margine in favore della ceca si amplia progressivamente, senza che la Zvonareva riesca a contenere il poderoso allungo della 21enne di Bilovec. Fino a quando, però, un improvviso calo di intensità della Kvitova, permette alla moscovita di compiere un'insperata rimonta, che, dall'1-4, le permette di affiancare la sua avversaria sul 4 pari. Anziché trarre giovamento, però, la russa cede nuovamente il servizio, incorrendo in 3 errori di rovescio e consegnando il break decisivo nelle mani della Kvitova.La numero 3 del mondo, così, dopo 1 ora e 25 minuti, imprime il sigillo su un match interpretato al meglio.




C. Wozniacki (Den) d. A. Radwanska (Pol) 57 – 62 - 64

Caroline Wozniacki ha avuto la meglio sulla sua amica Agnieszka Radwanska nel match d'esordio al Masters di Istanbul. Una partita dalle connotazioni drammatiche con una numero 1 del mondo, impaurita quando si è trovata nel momento clou del match, e costretta a rincorrere l'avversaria.
Un primo set tra alti e bassi da parte di entrambe le contendenti. Inizia bene la polacca che con un break di vantaggio va a condurre sul 4-2. Le potenzialità della numero 1 del mondo vengono spremute al massimo. Con un parziale di 15 punti a 2, la danese si porta sul 5-4 e sul servizio della Radwanska arriva ad avere ben 3 setpoints consecutivi che però vengono giocati in maniera catastrofica da Caroline. La polacca prende coraggio e a sua volta infila un altro parziale netto di punti e vince il set per 7-5.
Nella seconda partita la Radwanska va avanti di un break due volte ma è sempre ripresa dalla sua avversaria, che osando con repentini attacchi a rete riesce a mischiare le carte e a far girare il set nelle sue mani. Con un bel 6-2, la lotta viene allungata al terzo set.
A differenza del set precedente, l’inizio vede le giocatrici tenere i primi 5 turni di battuta. La prima a staccarsi è la Wozniacki che applica il break nel sesto gioco dell’incontro e va sul 4-2, 40-0. La Radwanska non molla e infila punti che la portano sul 4-4. A questo punto nonostante il braccino, è proprio la danese a portare l’incontro a casa chiudendo al secondo matchpoint.
La Wozniacki vista oggi non può , bisogna essere onesti, essere una pretendente al titolo. Già nel match con la Kvitova si potranno avere risposte più serie. Per la Radwanska si devono sottolineare i gravi problemi nella seconda di servizio, vero punto debole di un bel gioco.
Con questa vittoria Caroline si mette al riparo da Kvitova e Azarenka per la lotta al numero uno.

Fonte: TWI (n.d.r.)


Gruppo bianco


S. Stosur (Aus) d. M. Sharapova (Rus) 61 – 75

Stosur a sorpresa. Primo set dominato dall’australiana, che ottiene un primo break nel secondo gioco ed un secondo nel sesto, che gli permettono di chiudere agevolmente il set con il punteggio di 6-1. Come le accade spesso negli ultimi tempi, Maria commette tanti doppi falli. In questo caso sono due, entrambi nel sesto game, quello che ha permesso di fatto a Sam Stosur di chiudere i giochi nel primo parziale.
Nella seconda frazione parte invece molto bene la siberiana, che va avanti 3-0. Successivamente, quando si trova a servire sul 3-1, ha un passaggio a vuoto, che permette all’australiana di recuperare da 30-0 per ottenere il contro-break. Si va avanti seguendo l’ordine dei servizi fino al 5-5, quando un nuovo break permette alla campionessa degli U.S. Open 2011 di andare a servire per l’incontro. Sam non spreca l’occasione, e al primo match point ottiene il suo primo successo in questa edizione delle Finals, portandosi al comando del girone bianco, in attesa del match tra Li Na e Victoria Azarenka.
T.it (n.d.r.)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Mer Ott 26, 2011 10:38 am

Istanbul - Turkey

Day 2


Gruppo bianco

V. Azarenka (Blr)
d. S. Stosur (Aus) 62 – 62

Un esordio migliore per Victoria Azarenka non poteva esserci. La bielorussa, fresca vincitrice del modesto torneo di Lussemburgo, ha dominato in lungo e largo la sua avversaria, Sam Stosur, lontana parente di quella vista ieri sera nel match contro la Sharapova. Netto lo score.
In entrambi i set l’Azarenka, numero 4 del mondo, ha strappato due volte il servizio all’australiana . Troppo precisa nei colpi Victoria che ha dimostrato così di essere una delle favorite alla vittoria finale. Il servizio della Stosur, generalmente una delle sue armi,oggi non è mai pervenuto. Nei momenti importanti, come per esempio sulle palle break, è svanito in miseri doppi falli. La pressione poi della bielorussa sul rovescio di Sam ha fatto il resto. Probabilmente la vincitrice degli Us Open ha pagato la stanchezza, avendo giocato ieri l'ultimo match. Tra doccia, conferenza stampa e tutto il resto, non sarà andata a letto prima delle 2.
Le parole della vincitrice "Non mi aspettavo di giocare così bene al mio esordio. Spero di continuare così. L'ultimo game è stato complicato ma alla fine ho vinto!"
La situazione nel gruppo Bianco è completamente aperta. Ora al comando c'è proprio l'Azarenka che ha perso meno game della Stosur.




Li. Na (Chn)
d. M. Sharapova (Rus) 76(74) – 64

Il ko contro Samantha Stosur nella prima giornata dei Wta Championships non ha fatto bene al morale di Maria Sharapova, che ha infatti alzato bandiera bianca anche contro Na Li.
Nel primo set dopo una iniziale fase molto altalenante, con la cinese brava in ben due occasioni a rimontare un break a sfavore, Masha è apparsa in grado di dare una sterzata all'incontro, essendosi catapultata, in risposta, sul 15/40 nel nono game per poi passare a condurre per 5/4 e servizio. La reazione cinese non si è però fatta attendere ed è così giunto l'immediato controbreak. La chance più ghiotta la bella siberiana l'ha però avuta al tiebreak, che l'ha vista volare sul 4/0, avanti di un doppio minibreak prima del clamoroso tonfo. Ancora una volta la Li ha infatti sorpreso tutti e con un parziale di 7 punti a 0 ha saputo far sua la prima frazione.
Nel secondo set l'asiatica ha distaccato l'ex numero uno del ranking sull'1/1 e senza alcuna fatica ha confermato il gap acquisito sino al 4/2. Nel settimo gioco la Li ha strappato ancora la battuta alla Sharapova, abile però a reagire e a rifarsi con veemenza sotto sino al 5/4. Nel decimo game Na se l'è vista davvero brutta ma dopo aver annullato ben tre palle del controbreak, due sul 15/40, ha chiuso i conti sfruttando l'ennesimo errore della rivale.
Poche le chances di qualificazione alle semifinali, e di conseguenza per lo scalpo al numero uno di Caroline Wozniacki. Alla russa sarà necessario sperare in altre 2 vittorie di Na Li e vincere contro la Azarenka, sperando poi nel conto dei set.
Nonostante queste due sconfitte Maria non ha però nessuna voglia di gettare la spugna e di ritirarsi dal mondo del tennis. E' infatti risaputo come all'età di 17 anni la russa abbia affermato di voler giocare soltanto fino ai 25 anni, per poi inevitabilmente interrompere la propria carriera da professionista. E' di questi giorni però la secca smentita della ventiquatrenne, che ha dichiarato: "Amo troppo questo sport e non ho nessuna intenzione di smettere. Quando hai 17 anni vedi i 25 come un qualcosa di molto lontano ma ora, a 24 anni, non ho in mente il ritiro, anzi. Mi sto allenando con grande vigore e voglio giocare ancora a lungo."


Maria Sharapova si ritira per problemi alla caviglia.
Al suo posto entrera' in gara la francese Marion Bartoli



Gruppo rosso


V. Zvonareva (Rus)
d. C. Wozniacki (Den) 62 – 46 - 63

Dopo la prestazione non certo esaltante di ieri - che era comunque valsa una vittoria -Caroline Wozniacki non può nulla contro Vera Zvonareva, che si riscatta dopo la sconfitta all'esordio patita per mano della Kvitova mettendo il primo sigillo qui ad Istanbul. La russa si è aggiudicata l'incontro in tre set per 6-2 4-6 6-3, dopo due ore e 18 minuti di gioco.
Stavolta, dunque, il gioco difensivo della giovane danese non ha fatto la differenza e nonostante i pochi errori, inoltre uniti ad un pessimo servizio della Zvonareva (9 doppi falli e 56% di prime palle), ad uscire vincitrice dopo la momentanea rimonta è stata proprio la russa, che è riuscita a sfruttare al meglio le poche prime messe in campo (72%). Indolore, invece, lo stesso colpo della Wozniacki, che è precisa alla battuta (70% di prime) ma non va oltre un misero 53% di punti complessivi al servizio.


Fonte: TWI (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Mer Ott 26, 2011 7:48 pm

Istanbul - Turkey


Le altre magnifiche 8: le doppiste

Chi dovesse leggere velocemente i nomi delle qualificate ai Champioships 2011 di doppio potrebbe pensare che nulla sia cambiato rispetto a Doha 2010.
In effetti, ben sette partecipanti sono le medesime dello scorso anno.
Fa eccezione la sola Lisa Raymond che prende il posto di Rennae Stubbs al fianco di Liezel Huber.
I 4 team detengono cinque degli ultimi sei titoli del grande slam (fa eccezione il solo Roland Garros 2011).

I numeri dicono che le favorite sono Kveta Peschke e Katarina Srebotnik, che hanno avuto la loro miglior stagione, conquistando ben sei titoli, tra cui il loro primo slam a Wimbledon e guidando la classifica dei team.

Huber e Raymond sono sicuramente le più esperte, dal momento che han già trionfato al Masters rispettivamente due e tre volte, ma questo è il primo anno che competono insieme. Il loro momento migliore le ha viste issarsi regine degli US Open e completare una striscia vincente di 12 match, seconda solo a quella di 14 ottenuta da Peschke e Srebotnik.

Vania King e Yaroslava Shvedova tornano all'appuntamento conclusivo in ottima forma; sono reduci, infatti dalla vittoria a Mosca. Anche se quest'anno non hanno collezionato nessuno Slam, sono state finaliste a New York.

Flavia Pennetta e Gisela Dulko proveranno a riconfermarsi campionesse. Nonostante l'annata non sia stata all'altezza del 2010, che le aveva viste mettere in bacheca ben 7 trofei, a gennaio sono riuscite a ottenere il primo loro Slam in Australia e in questo finale di stagione sono risultate competitive ai massimi livelli, dimostrandolo con le finali a Tokyo e Pechino.
UbiTennis (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Mer Ott 26, 2011 8:11 pm

[size=
18]Istanbul - Turkey[/size]


la Wozniacki perde ma resterà al numero 1

Caroline Wozniacki ha perso da Vera Zvonareva il più bel match di questa Masters Cup finora però, come anticipato da Ubitennis al momento stesso del ritiro della Sharapova, ha mantenuto il trono del tennis sul quale si è seduta per tutto l'anno e già dall'ottobre scorso.

Caroline ha lasciato lo scettro per una sola settimana (a Kim Clijsters il 14 febbraio) e potrà restare regina del tennis mondiale per un minimo totale di 64 settimane, fino almeno al 2 gennaio 2012.

Solo 8 tenniste sono state regine WTA più a lungo di lei che si unisce a un gruppo di 7 "leggende" WTA che hanno chiuso poer almeno due anni consecutivi al primo posto delle calssifiche mondiali: Chris Evert, Martina Navratilova, Steffi Graf, Monica Seles, Lindsay Davenport, Justine Henin and Martina Hingis.

E sono state soltanto dieci le tenniste che hanno chiuso l'anno da n.1 dacchè, nel 1975, il computer della WTA dirama le sue classifiche. Si tratta della prima danese regina del tennis.

Soltanto tre giocatrici, Martina Hingis, Monica Seles e Steffi Graf erano più giovani di lei quando hanno raggiunto a fine anno lo stesso traguardo."

La Wozniacki ha vinto almeno 3 titoli in ciascuno degli ultimi quattro anni. Nel 2011 ha vinto altri 6 tornei, e in totale quindi 18 . Fra le giocatrici in attività è quinta come numero di tornei vinti, dietro le due Williams, la Sharapova e la Clijsters.

"Chi non segue il tennis può anche non sapere che cosa sia un Grande Slam, ma chiunque capisce che se uno è n.1 del mondo si tratta di un grandissimo exploit. Tutti gli atleti (di qualunque sport) sognano di diventare n.1 del mondo, solo pochi ci riescono. E nel tennis ogni anno si riparte da zero: Esserci riuscita per due anni di fila mi riempie di orgoglio, anche perchè ritengo di essere ancora all'inizio della mia carriera..."

Non si possono fare obiezioni a un discorso del genere, anche se gli appassionati di tennis attribuiscono invece un maggiore significato ad un successo in uno Slam.
Pochi giorni fa Samantha Stosur, vittoriosa all'US open, aveva detto: "Non cambierei la mia vittoria all'US open con il posto di n.1 del mondo":

Dal che si deduce che ognuno tira l'acqua al proprio mulino....
Oggi vediamo cosa succederà fra Kvitova, possibile n.2 a fine anno, e Wozniacki n.1 garantita.
Ma sicuramente la Kvitova direbbe che non scambierebbe il suo titolo di Wimbledon con il posto n.1. Magari lo diventa l'anno prossimo e allora...

UBITennis (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Gio Ott 27, 2011 10:16 am

Istanbul - Turkey


Day 3


Gruppo bianco


V. Azarenka (Blr) d. Li Na (Chn) 62 – 62


Victoria Azarenka vince in maniera più che convincente con un doppio 6-2 su Na Li e si aggiudica il primo posto nel girone bianco del Wta Championship in corso a Istanbul a prescindere dal match che disputerà domani contro la Bartolì. Di conseguenza Li-Stosur risulterà un play off, chi vince sarà seconda mentre chi perde andrà a casa. Ora c’è da tenere in considerazione la bielorussa per la vittoria finale visto che ha dato dimostrazione di essere in difficoltà ma al contrario è parsa solida, precisa e sempre lucida su ogni colpo. Il servizio è risultato essere fondamentale nel primo set in cui Vika ha messo a segno 25 prime su 28. I due break, nel terzo e nel quinto gioco hanno fatto il resto. Nel secondo la numero 4 al mondo strappa il servizio alla cinese in apertura confermando il break a zero. L’Azarenka non rallenta la velocità dei suoi colpi e le gambe seguono sempre bene lo scambio e un nuovo break a zero la porta sul 4-1. La 21enne di Minsk chiuderà l’incontro al secondo match point. Rispetto alla vittoria contro la Stosur, la Azarenka ha dovuto lottare leggermente di più, giocando diversi game ai vantaggi ma alla fine, il risultato è stato lo stesso.
da Y/Eurosport (n.d.r.)



Gruppo rosso


P. Kvitova (Cze) d. C. Wozniacki (Den) 64 – 62

Bel successo di Petra Kvitova. La tennista ceca dopo aver comodamente avuto ragione all'esordio di Vera Zvonareva ha vinto senza il minimo sforzo anche contro Caroline Wozniacki, numero 1 del mondo.
La danese ha deluso tutti palesando tutti i propri limiti contro lo strapotere fisico della Kvitova, bravissima ad imporsi con un secco ed eloquente 6/4 6/2. Portata a casa senza particolari fatiche la prima frazione la giocatrice della Repubblica Ceca, vincitrice in questo 2011 in quel di Wimbledon, ha dominato la scena anche nel secondo set a fronte di una Wozniacki sempre più smarrita e scivolata rapidamente sotto per 4/1. Nel settimo game la danese ha rischiato di cedere il set prima del tempo ma è riuscita ad evitare il tracollo tenendo la battuta da 0/30. A seguire Petra non ha tremato e nonostante un game serrato e chiuso ai vantaggi ha fatto suo l'incontro.
Grazie a questo successo per lei è arrivato il pass per le semifinali mentre a Caroline rimane solo la matematica, avendo vinto un solo match su tre. Per lei nessuna chance di qualificazione in caso di vittoria della Zvonareva sulla Radwanska o se la polacca dovesse vincere i propri ultimi due incontri senza cedere neppure un set.
da TWI (n.d.r.)



A. Radwanska (Pol) d. V. Zvonareva (Rus) 16 – 62 - 75

Incredibile vittoria della polacca Radwanska che, dopo aver annullato ben 3 match point alla Zvonareva, ha portato a casa l'incontro e ha la possibilità di andare in semifinale vincendo appena un set contro la ceka Kvitova. Clamoroso il crollo della russa che vista sfuggita la possibilità di chiudere l'incontro è letteralmente crollata su se stessa.
E dire che il match che sembrava profilarsi nel primo set appariva una passeggiata di salute per la russa: 6-1 il punteggio, servizio strappato alla rivale ben 3 volte, nessuna palla break concessa e il 92% di punti vinti con la prima di servizio. Agnieszka, però, è tipa tosta e, dopo aver lottato per qualificarsi al Masters, non voleva lasciare certo lasciare la scena da semplice comparsa, così, nel secondo set le parti si sono invertite. E' la Radwaska a farla da padrona imponendo un 6-2 che prolungava l'incontro al terzo set. Nella partita decisiva emozioni a non finire: avanti 5-3 grazie ad un break di vantaggio, la moscovita è andata a servire per il match salendo sul 40-15; qui si è inceppata e trascinata ai vantaggi dalla polacca ha ceduto il servizio ed è implosa cedendo le armi alla Radwanska che, infilando 4 game consecutivi, ha chiuso l'incontro. Questo risultato azzera le chanche di qualifcazione di Caroline Wozniacki che torna a casa ancora come n.1 del mondo.
PTNews (n.d.r.)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Ven Ott 28, 2011 12:26 am

Istanbul - Turkey


situazione aggiornata

Gruppo bianco

1. V. Azarenka 2/0 qualificata

2. S. Stosur 0/1

3. Li Na 0/1

4. M. Bartoli (ex Sharapova) 0/0

Accedera' alle SF la vincentre tra Li Na e Stosur.


Gruppo rosso

1. P. Kvitova 2/0 qualificata

2. A. Radwanska 1/1

3. C. Wozniacki 1/2

4. V. Zvonareva 1/2


Aga Radwanska puo' accedere alle SF ma deve vincere almeno un set contro la Kvitova e, a quel punto, Zvonareva e Wozniacki sarebbero eliminate
Qualora la polacca dovesse perdere 20 contro la Kvitova, passera' chi (tra Radwanska, Zvonareva e Wozniacki) avra' il quoziente punti maggiore.



DOPPIO

le SFs di domani



Shvedova / King (3) Vs. Peschke / Srebotnik (1)

Dulko / Pennetta Vs. Raymond /Huber (2).
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Ven Ott 28, 2011 9:24 am

Istanbul - Turkey


Day 4

Gruppo bianco

S. Stosur (Aus) d. Li Na (Chn) 61 – 60

Samantha Stosur domina Na Li e si qualifica alle semifinali come seconda classificata nel Gruppo Bianco. Nella sfida tra la regina del Roland Garros e quella degli Us Open ha avuto la meglio quest’ultima, impostasi con un umiliante 6-1 6-0 in poco più di un’ora. La Stosur si conferma bestia nera di Na Li, sempre sconfitta nei sei precedenti.
, e attende domani la vincente del match tra Petra Kvitova e Agnieszka Radwanska.
Primo set senza storia. Dopo aver realizzato il primo punto del match, Na Li subisce un parziale di 8 punti a 1 e si ritrova subito sotto 2-0. Nel terzo game, con la Stosur al servizio, si va per la prima volta ai vantaggi ed è ancora l’australiana a portare a casa il gioco grazie ad una stop volley di rovescio. La giocatrice cinese non riesce a scardinare il muro eretto dall’australiana, brava a variare il ritmo grazie ad una sapiente alternanza di colpi piatti e slice mortiferi. Ed è proprio un drop shot di rovescio che costringe Na Li all’ennesimo errore col dritto, consegnando così alla Stosur il doppio break: 4-0. Nel quinto gioco arriva la tardiva reazione della cinese, che risale da 30-0 e ottiene il suo primo game dell’incontro. Ma è una fugace illusione. Una volée sciagurata e un rovescio steccato costano alla tennista asiatica il terzo break che manda Samantha a servire per il set, puntualmente chiuso 6-1 in appena 32 minuti. Determinante la pessima prestazione di Na Li, che ha messo a segno un solo vincente a fronte di 15 errori.
Secondo set…ancor peggio! Sulle ali dell’entusiasmo e facendo leva su un’avversaria in totale confusione, la Stosur ottiene il break anche in apertura di secondo set grazie ad un punto da manuale: back corto di rovescio a chiamare a rete la cinese seguito da uno splendido passante lungolinea. Un sontuoso diritto consegna all’australiana il doppio break: 3-0. A questo punto Na Li, visibilmente demoralizzata, diventa un’esecutrice di colpi che non bada ad alcun disegno tattico, aspetto tra l’altro nel quale non ha mai brillato. L’ennesimo rovescio finito fuori le costa il sesto break dell’incontro, nonché il sesto game perso ai vantaggi sui sei disputati. Con il settimo gioco vinto ai vantaggi Samantha Stosur chiude 6-0 dopo poco più di un’ora di gioco. Impietosi i numeri della cinese alla fine del match: 32 errori e appena 4 vincenti.
Stosur sogna, Na Li a casa. La numero 7 del mondo centra così la sua seconda semifinale consecutiva al Masters, dopo quella persa lo scorso anno dalla Clijsters. Fisicamente preparata, ben centrata sui colpi, la “aussie” potrebbe riservare sorprese. Si chiude qui, invece, la stagione di Na Li. Dopo un’eccellente prima metà di 2011, impreziosita dal titolo a Parigi e dalla finale a Melbourne, la giocatrice asiatica si è letteralmente persa per strada tra cambi di allenatore (ora è seguita di nuovo dal marito) e clamorose sconfitte. Questi due mesi di pausa dovranno servirle a rigenerarla, partendo magari dalla ponderata scelta di un coach che possa restituirle fiducia e consapevolezza e che la faccia riemergere dal pantano in cui si è impelagata.



M. Bartoli (Fra) d. V. Azarenka (Blr) 57 – 64 - 64



(photo by Getty Images through WTA off site)

Gruppo rosso


P. Kvitova (Cze) d. A. Radwanska (Pol) 76(74) 63


1° set. Tutti i dubbi sembrano inizialmente eliminati da un grande avvio della polacca. Agnieszka è più motivata, e sembra avere una tattica ben precisa: chiamare a rete la sua avversaria, per poi passarla con le diverse soluzioni tecniche che ha a disposizione. Arriva così il primo break, nel quarto gioco, con la polacca che va avanti 0-30 prima grazie ad un buon pallonetto che induce Petra all’errore, poi con un passante basso, ancora molto difficile da gestire. Sono poi due gratuiti della ceca, intervallati da un buon dritto incrociato, a regalare il break ad Agnieszka. Molto velocemente si passa dal 3-1 al 5-1, quando arriva la reazione da parte della Kvitova, capace di recuperare lo svantaggio fino al 5-5. Quando poi nel game successivo la polacca si trova a fronteggiare una palla-break sul 30-40, sembra entrata nell’incubo della grande occasione persa, a un solo game dalla qualificazione, ma riesce a salvarsi e ad andare avanti 6-5. A quel punto la soluzione più logica è il tie-break, dopo dodici giochi di buon tennis. Qui la ceca è più aggressiva, e vola 4-0. La reazione di Agnieszka le permette di recuperare entrambi i punti di mini-break fino al 3-4 e servizio, ma Petra si riporta subito avanti (5-3) e chiude per 7-4. Occasione persa, per la Radwanska, o forse solo rimandata. Bravissima comunque la Kvitova a recuperare e a portare a casa la prima frazione.
2° set. Il secondo set potrebbe quindi diventare un monologo della della ceca, con la sua avversaria ancora scossa dall’opportunità avuta e non materializzata nel primo parziale. Quando Petra va avanti 2-0, il match sembra infatti vicino all’epilogo, ma la polacca, già protagonista di rimonte incredibili nel corso delle prime due partite (il primo set contro Caroline Wozniacki vinto da 4-5, 0-40 e il successo su Vera Zvonareva da 3-5 nel terzo set con match-points annullati), dimostra una volta di più di essere una giocatrice molto ostica per tutte, e si riporta immediatamente sul 2-2. Il settimo game è quello che potrebbe decidere la sfida: le due danno il tutto per tutto, la Kvitova prende due righe esterne, prima con un dritto lungolinea a campo aperto, la seconda con uno schiaffo al volo, ma la Radwanska non si perde d’animo e conquista ben tre occasioni di palla-break, non riuscendo mai ad infliggere il colpo definitivo alla sua avversaria. Alla fine il game va alla ceca, per il 4-3. Quasi inevitabile il successivo break a zero, con cui può andare a servire per il match, per poi chiudere agevolmente. Il punteggio finale è 7-6 6-3 in favore di Petra Kvitova.
Per Agnieszka Radwanska è una grandissima occasione non sfruttata, mentre Vera Zvonareva si qualifica nonostante abbia vinto una sola partita su tre. Per lei è la terza semifinale dopo quelle del 2008 (edizione in cui raggiunse la finale) e del 2010. In entrambe le occasioni aveva vinto il girone da imbattuta. La Kvitova si qualifica con un record di 3-0, e senza aver perso alcun set. Domani affronterà Samantha Stosur, seconda nel girone bianco.
T. It (n.d.r.)

avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Sab Ott 29, 2011 8:59 am

Istanbul - Turkey


Day 5


SFs Day


Petra e Vika in finale



(photo by TEB WTA Championships 2011 off site)


P. Kvitova (Cze) d. S. Stosur (Aus) 57 – 63 – 63

Un andamento strano, quello del primo set tra Petra Kvitova e Sam Stosur. La ceca ha iniziato alla grande, brekkando subito l’avversaria nel primo gioco e avendo chance di rinforzare il vantaggio in altri due games. Sul 4-3 e servizio, la Kvitova ha avuto un brutto passaggio a vuoto perdendo la battuta da 40-0, inanellando una serie imbarazzante di errori grossolani che hanno così permesso alla Stosur di agganciarla e di farle portare a casa il primo set per 7-5.
Nel secondo set, partenza ottima invece dell’australiana che sull’1-0 ha avuto la chance di portarsi avanti di un break. Salvato quel breakpoint con un bel servizio, la ceca ha cominciato a macinare punti su punti e con discreta facilità ha rimesso il match alla pari vincendo il set con il punteggio di 6-3.
La frazione finale è stata una passeggiata di salute o quasi per Petra. Avanti 5-0 ha subito parzialmente il recupero della Stosur sino al 5-3. Chiamata a servire per il match una seconda volta, non ha tremato ed ha così raggiunto la prima finale nel suo primo Masters. 18-0 il suo record indoor questa stagione.
Il tennis mostrato oggi dalla Kvitova è stato a fasi alternate. A momenti devastante, ma quando stacca l’interruttore è capace di commettere dei gratuiti orrendi. Ovviamente paga anche la sua giovinezza. Non dimentichiamoci che qualche mese fa era quasi impensabile immaginarcela nella finale di domani.
Per quanto riguarda la Stosur, il servizio è vitale nel suo gioco. Se riesce con la prima ad iniziare lo scambio in posizione dominante, allora ha alte chance di fare il punto. Diversamente è troppo debole e attaccabile. Non un match negativo il suo, ma la superiorità della Kvitova è stata lampante.
TWI (n.d.r.)





(photo by TEB WTA Championships 2011 off site)


V. Azarenka (Blr) d. V. Zvonareva (Blr) 62 – 63

In entrambi i set la Azarenka ha fatto valere la maggiore continuità rispetto all’avversaria, capace solo a sprazzi di offrire buon tennis. Ben 47 i gratuiti della russa rispetto ai soli 15 della Azarenka. Leggermente più equilibrato il secondo set, dove la Zvonareva nell’ultimo game ha avuto la chance di rimettersi in carreggiata.
Anche per l’Azarenka, come per la Kvitova, sarà la prima finale al Masters. Nei precedenti, la mancina conduce 3-2 (2-0 nel 2011).
La finale si preannuncia equilibrata e conterà più che l’aspetto fisico, quello mentale. La campionessa di Wimbledon ha dimostrato maggiore sangue freddo nella sua carriera, cosa che spesso è mancata proprio alla bielorussa. Chi vincerà poi diventerà la numero 2 del mondo e, c’è da scommetterci, la prossima numero 1 nelle prime settimane del 2012. Almeno speriamo.
TWI (n.d.r.)




D O P P I O


K. Pescke / K. Srebotnik
d. V. King / Y. Shvedova 63 – 64

L. Huber / L. Raymond
d. G. Dulko / F. Pennetta 46 – 63 -10/7
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Sab Ott 29, 2011 7:55 pm

Istanbul - Turkey




Sono le due tenniste più in forma del momento, quelle che hanno fatto vedere il miglior tennis in questo torneo. Non è una sorpresa, quindi, che in finale ci siano arrivate loro. Petra Kvitova e Victoria Azarenka si giocano la finale del Masters di Istanbul. Sono loro, in questo momento, le migliori due tenniste del mondo, dopo aver battuto le altre 6 delle prime 8 del ranking WTA.

Petra Kvitova ha battuta la Stosur 5-7 6-3 6-3. Dopo un difficile primo set, la Kvitova prende il largo e si impone sulla Stosur. Per la Kvitova è un risultato straordinario, anche perché è all’esordio in un Masters di fine stagione. Non succedeva da 7 anni che una tennista all’esordio arrivasse in finale del torneo. La Kvitova, all’inizio dell’anno, era fuori dalle migliori 30, ora è al numero 3. La prima finalista ringrazia prima di tutto il pubblico: “Lo stadio è stato incredibile. Voglio ringraziare il pubblico, si è fatto davvero sentire. Spero di vedervi domani”.

La ceca, al termine della partita, parla delle difficoltà che ha incontrato nel battere la Stosur: “Contro giocatrici di questo livello bisogna rimanere sempre concentrate. Lei ha un grande servizio e oggi ha servito molto bene: non è stato facile prenderle un break, ma nel secondo e terzo set ci sono riuscita. Samantha ha giocato molto bene e non è stato semplice per me trovare la concentrazione necessaria per il mio servizio. Nel terzo set ci sono riuscita e ho servito molto bene”. Una battuta anche sulla finale: “Penserò più tardi alla finale perché ora non so ancora chi sarà la mia avversaria”.

La sua avversaria sarà Victoria Azarenka, che ha battuto, senza troppe difficoltà, la Zvonareva. Il punteggio (6-2 6-3), non ammette repliche: l’Azarenka è più in forma della Zvonareva. La finale sarà quindi tra la bielorussa e la Kvitova, le due migliori tenniste del torneo. L’Azarenka è contenta, prima di tutto perché ha riscattato la partita di ieri: “Rispetto a ieri ho cercato di cambiare modo di stare in campo, ieri è stato disastroso. Ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato e sostenuto”. Il match di ieri, tra la Bartoli e l’Azarenka, era comunque inutile, perché la bielorussa era già qualificata. Ma questo dimostra come sia una perfezionista e grande professionista, che vuole vincere sempre.

L’Azarenka, come la Kvitova, è alla prima finale del Masters. Dopo aver battuto la Zvonareva, la tennista bielorussa può finalmente concentrarsi sulla finale: “Domani sarà un match da dentro o fuori. Entrambe siamo per la prima volta in finale del Masters. Spero che entrambe possiamo offrire uno spettacolo degno di questo torneo”. Per il momento hanno mostrato un buon tennis, ma in finale dovranno confermarsi.
Azarenka-Kvitova, la sfida è già iniziata.
T.it (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Dom Ott 30, 2011 3:11 am

Istanbul - Turkey


D O P P I O


Winners 2011






Liziel Huber / Lisa Raymond

d. K. Pescke / K. Srebotnik 64 - 64

(photos by Getty Images - WTA off site)




avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Dom Ott 30, 2011 6:47 am

Istanbul - Turkey


singolare
Winner 2011






Petra Kvitova (Cze)

d. V. Azarenka (Blr) 75 – 46 – 63


(photos by Getty Images - WTA & TEB off sites)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  errex il Dom Ott 30, 2011 9:20 pm

Istanbul - Turkey


immagini di un successo annunciato


la giornata era iniziata cosi'...





...ed e' finita cosi'...









(photos by Getty Images - WTA off site)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WTA Championship (56)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum